Di seguito un comunicato diffuso dall’amministrazione comunale:

Sarà inaugurata sabato 6 luglio 2013, alle ore 11,30, nel Nuovo Foro Boario di Parco Ortolini, la spettacolare esposizione, in programma fino al 29 settembre, “Dinosauri in carne e ossa dai grandi rettili ai dominatori dell’era glaciale”. La sorprendente finestra aperta su una preistoria, popolata da dinosauri, mammiferi e altri animali estinti, ricostruita con minuziosa attenzione scientifica e frutto di un lavoro di squadra tutto Made in Italy è curata dai paleontologi Stefania Nosotti e Simone Maganuco. La mostra, promossa e gestita dall’Associazione Paleontologica A.P.P.I. e realizzata da Geomodel, gode del patrocinio istituzionale del Comune di Martina Franca  e rientra nel calendario eventi “That’s Martina 2013” curato dall’Assessorato al Turismo e dall’Assessorato alle Attività Culturali.

 

Già tenuta con successo in diverse e prestigiose sedi sul territorio nazionale, la mostra Dinosauri in Carne e Ossa vanta un autorevole Comitato Scientifico composto da studiosi di fama internazionale tra i quali spicca John «Jack» Horner, paleontologo del Museum of the Rockies in Montana, noto come ispiratore e consulente scientifico del film Jurassic Park e Presidente Onorario di A.P.P.I..

 

Il cuore dell’esposizione è costituito da una trentina di modelli che riproducono in grandezza naturale e nei minimi dettagli i giganti del passato, spesso esposti in interazione tra loro a creare suggestivi spezzoni di uno scenario lontano e affascinante. Il primo impatto del visitatore è con uno dei più grandi predatori del Giurassico, l’Allosauro appena ultimato per la mostra di Martina Franca, che ingaggia una lotta con un esemplare non ancora adulto – nonostante i suoi 9,5 metri d’altezza – di Diplodoco che si erge sulle zampe posteriori. Si prosegue seguendo le orme dei grandi rettili dominatori dell’Era Mesozoica dal gigantesco Spinosaurus aegyptiacus al ferocissimo Tyrannosaurus rex fino alla scoperta dei protagonisti dell’era glaciale, tra cui alcune specie con le quali l’uomo ha dovuto misurarsi per sopravvivere, come il Mammut o la temibile tigre dai denti a sciabola (Smilodon). Una delle «star» dell’evento è Sinosauropteryx, piccolo dinosauro predatore rinvenuto in Cina e descritto per la prima volta nel 1996. La sua grande importanza si deve alle tracce di piumaggio rinvenute, che confermano al mondo intero la discendenza diretta degli uccelli dai dinosauri. Punto di partenza per la realizzazione dei modelli è l’attento studio dei fossili da parte dei paleontologi, sempre al fianco dei tecnici durante le complesse fasi esecutive che conducono allo spettacolare risultato finale: il visitatore può toccare con mano quanto sia delicata  ogni operazione, soffermandosi nella sezione interattiva di “Making of con personale al lavoro all’interno del percorso. Il pubblico di ciascuna età può così entrare in contatto anche con gli aspetti tecnici e scientifici di un mondo tutto da conoscere, e lasciarsi affascinare da scoperte interamente italiane come “Ciro” (Scipionyx samniticus), un piccolissimo cucciolo di carnivoro che è anche uno dei fossili meglio conservati al mondo. Una sezione speciale è poi dedicata alle di orme di dinosauro rinvenute in Puglia, descritte da un’accurata serie di pannelli; imperdibile il paleoacquario, ricostruzione virtuale di un ambiente marino in cui si muovono creature vissute milioni di anni fa.

 

Per tutta la durata della mostra non mancheranno iniziative legate alla paleontologia e alla scoperta del mondo dei dinosauri come incontri, eventi speciali, visite guidate e laboratori a cura dell’Associazione Paleontologica A.P.P.I., per lasciarsi coinvolgere e «vivere» questa esperienza in modi sempre nuovi.

 

Molteplici inoltre le proposte didattiche, che a luglio e agosto si rivolgeranno a oratori e gruppi estivi per poi indirizzarsi, dal mese di settembre, anche alle le scuole di ogni ordine e grado.

 

“Si tratta di un appuntamento – dichiara il vice sindaco e assessore al Turismo, Pasquale Lasorsa – di primaria importanza nella politica di rilancio della città. L’alta valenza scientifica del progetto e la spettacolarità dell’esposizione, una delle più grandi d’Italia, faranno di Martina, ancora una volta, un punto di riferimento in questo vasto comprensorio sempre più frequentato da visitatori e turisti. Un evento che abbiamo fortemente voluto e che si rivolge tanto agli appassionati della materia quanto al pubblico delle famiglie che troveranno un calendario ‘That’s Martina 2013’ molte occasioni di svago e di approfondimenti”.

 

 


 

 

La presentazione ufficiale di:

 

Dinosauri in Carne e Ossa

 

dai Grandi Rettili ai Dominatori dell’Era Glaciale

 

 

 

si terrà:

 

sabato 6 luglio alle ore 11,30

 

presso il Nuovo Foro Boario di Martina Franca, sede dell’esposizione

 

 

 

 

 

 

 

Orari Biglietteria

 

Da martedì a venerdì 16:00 – 20:00*

 

Sabato, domenica e festivi: 9:00 – 20:00*

 

*La mostra chiude circa un’ora dopo

 

 

 

Biglietti

 

         Famiglia (2 adulti e fino a 2 minori di 12 anni): € 20,00

 

         Intero: € 7,00

 

         Ridotto (4 – 12 anni, over 65, accompagnatore di diversamente abile): € 5,00

 

         Gruppi (minimo 15 visitatori) € 5,00 a persona

 

         Omaggio: 0 – 3 anni; diversamente abili con tesserino

 

 

 

Per informazioni:

 

 

 

Ufficio Stampa mostra:

Eleonora Barabaschi – email eleonora.barabaschi@alice.it – tel. 333 3340018

(foto: non strettamente connessa alla vicenda descritta, fonte exogino.wordpress.com)

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here