Sono passati alcuni giorni, ma non si sa nulla. Tutto tace. Ad una nostra richiesta al Comando dei Carabinieri, lo stesso comandante ci risponde che dovremmo saperlo, non possono darci notizie. Dovremmo chiedere a chi ha fatto la denuncia, ma costui non è stato informato di nulla. Oppure dovremmo chiederlo all’Ufficio stampa provinciale dei Carabinieri, ma possiamo fare a meno di farlo, in quanto loro non sono stati informati di nulla. Intanto l’Amministrazione comunale di Martina Franca, avrebbe soprasseduto di fare una propria denuncia, nonostante il cane è di loro proprietà all’anagrafe canina ed è stato sparato su proprietà comunale, ma dopo la pubblicazione di questo articolo l’Assessore Coletta tiene  a far sapere che l’Amministrazione si è attivata, ha fatto la denuncia  che si sono tenuti più incontri con i Carabinieri, alla presenza di Asl e volontari e che i Carabinieri, che ha ringraziato per aver preso a cuore  la vicenda e che stanno facendo un prezioso lavoro di ricerca: “Chissà che davvero non si riesca a trovare il colpevole”, ha concluso Coletta.

Ma stiamo parlando soltanto di un cane. Non porta voti, non consente selfie autocelebrativi, non può risolvere la crisi amministrativa. E’ solo un cane. Certo, sarebbe inaudito se fosse vera la teoria della metempsicosi, ovvero della reincarnazione in un animale dopo la morte. Magari quella cagnolina sparata barbaramente a sangue freddo potrebbe essere stata un personaggio storico importante, un celebre chirurgo, un condottiero. Chissà. In questa vita è soltanto un cane. Sia chiaro comunque, crediamo ancora nella giustizia degli uomini, la cui mano viene spesso guidata da quella di Dio. Dire che andremo avanti, è una certezza. Domani faremo un esposto al Procuratore Generale del Tribunale di Taranto e sensibilizzeremo le più importanti associazioni nazionali di animali e, se questo non basterà, faremo intervenire Edoardo Stoppa di Striscia la Notizia. Mentre le istituzioni saranno impegnate alla raccolta…di voti per la prossima campagna elettorale, ci impegneremo alla campagna per assicurare alla Giustizia un criminale. E’ stato commesso un crimine, sia questo chiaro a Istituzioni e Forze dell’Ordine. Non era solo…un cane

Antonio Rubino

 

 

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here