In occasione delle festevità del Primo Maggio, i Carabinieri della Compagnia di Martina Franca hanno effettuato nella serata di ieri un servizio straordinario di controllo del territorio che ha interessato i comuni di Martina Franca, Grottaglie, Montemesola, San Giorgio Jonico, Carosino, Roccaforzata e Monteparano. Ecco i risultati dell’operazione:
 I Carabinieri della Stazione di Grottaglie hanno tratto in arresto su ordine di carcerazione con contestuale decreto sospensione:
– un 25enne del luogo, dovendo espiare la pena di mesi 3 di reclusione perché riconosciuto colpevole di tentato furto e danneggiamento;
– un un 49enne, del luogo, dovendo espiare la pena di anni 1 di reclusione perché riconosciuto colpevole di falsità in scrittura privata.
Inoltre, hanno denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Taranto un 59enne, del luogo, perché ritenuto colpevole di uso di polizza assicurativa falsa. Infine hanno proposto per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Monteiasi due prostitute di nazionalità romena sorprese ad esercitare l’attività di meretricio nei pressi della stazione ferroviaria.

 I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato libertà:
– un 57enne martinese al momento sottoposto al regime detenzione domiciliare, perché ritenuto colpevole di evasione. L’uomo infatti, durante un normale controllo, non è stato trovato presso la propria abitazione;
un 31enne albane residente in Fasano, un 51enne di Roccaforzata ed un 58enne di Castellana Grotte, perché ritenuti responsabili del reato di uso di tagliando assicurativo falso. Infine, unitamente ai colleghi della Stazione di Martina Franca, hanno segnalato all’U.T.G. di Taranto tre persone quali assuntori sostanze stupefacenti e posto sotto sequestro complessivamente uno spinello contenente della sostanza stupefacente del tipo hashish e gr. 3 circa di marijuana.

 I militari della Stazione di San Giorgio Jonico hanno deferito in stato libertà un 46enne, di Carosino, perché ritenuto responsabile di ricettazione.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here