dav

 

“Il sale va sparso dopo la neve e in presenza di ghiaccio altrimenti non serve. Quanto alle quantità, cum grano salis: il sale spacca l’asfalto come poche altre cose e va messo solo quando serve”. E’ questo un post dell’Assessore Pasquale Lasorsa che ha una concezione tutta personale sull’uso del sale in previsione di ghiaccio e di neve e probabilmente deve essere la stessa linea della Giunta Comunale in conclave presso il Comando dei Vigili Urbani. Sta di fatto che, nonostante l’allerta meteo e tutto il tempo a disposizione per organizzarsi, Martina Franca, ancora una volta’ si è fatta trovare impreparata. Non bisogna essere degli esperti di chimica sulla prevenzione del cloruro di sodio (il comune sale da cucina) e il cloruro di calcio. Il primo si sparge sulle vie ancora sgombre a scopo preventivo. Il secondo, più efficace, viene sciolto in soluzione e versato sulla neve o sul ghiaccio già esistenti. Non viene mai usato a scopo preventivo, perché sull’asciutto formerebbe una patina scivolosa. Sta di fatto che molte strade, anche al centro della città, erano una lastra di ghiaccio questa mattina e, molto probabilmente, se la neve non verrà spalata, la stessa si trasformerà in ghiaccio pericoloso non solo per le auto, ma anche per i pedoni. Colpevoli anche quegli automobilisti che non hanno cambiato le loro gomme con quelle termiche e coloro che si sono messi in movimento senza catena da neve. Dalle nostre foto si evince che anche l’area adiacente ai Vigili del Fuoco sulla zona Pergolo era piena di neve e ghiaccio.

Saranno ancora almeno 48 ore di allerta per una situazione che potrebbe precipitare, fino a domani pomeriggio quando le piogge potrebbero sostituirsi all’incapacità di chi non è riuscito a prevenire la situazione. Intanto dal Comune informano che si attende ordinanza sindacale che le scuole domani resteranno chiuse.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here