Di seguito un comunicato diffuso dai carabinieri:

Sette denunce in stato di libertà, 2 arresti con altrettanti ordini carcerazione e decreti di sospensione, 1 ordinanza di allontanamento dalla casa familiare, 1 persona proposta per l’applicazione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio dal comune di Martina Franca. Questo il bilancio dei controlli disposti negli ultimi giorni dalla Compagnia di Martina Franca. Gli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni Carabinieri di Martina Franca, Grottaglie, Montemesola e San Giorgio Jonico hanno presidiato in maniera mirata l’intero territorio al fine di prevenire e reprimere i reati predatori e quelli concernenti le sostanze stupefacenti, nel rispetto dei contenuti del Piano di Controllo Coordinato del territorio. Soprattutto è stata data massima attenzione alle zone e fasce orarie maggiormente sensibili che hanno visto impegnate tutte le componenti in maniera sinergica.

I Carabinieri della Stazione di Grottaglie hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Taranto:

a) per il reato di evasione un 35/enne grottagliese sottoposto alla misura della detenzione domiciliare non trovato durante un controllo. Richiesta la revoca del beneficio e l’aggravamento della misura.

b) per il reato di violazione alle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno in quel centro, un 32/enne grottagliese sottoposto alla predetta misura di prevenzione non trovato in casa durante un controllo notturno.

c) per il reato di estorsione, danneggiamento ed ingiuria un 50/enne del posto resosi responsabile dei citati reati nei confronti del proprio genitore.

Notificavano due ordini di carcerazione con contestuale decreto di sospensione a due pregiudicati del posto per reati inerenti la legge fallimentare e furto aggravato.

Infine procedevano all’esecuzione di una misura cautelare personale dell’allontanamento dalla casa familiare nei confronti di L.S., 33/enne di Grottaglie già noto alle forze dell’ordine. L’uomo ha reiterato nei confronti della consorte condotte sfociate in maltrattamenti in famiglie e lesioni personali.

I Carabinieri della Stazione di Martina Franca hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Taranto una donna incensurata di Martina Franca, la quale a seguito perquisizione domiciliare veniva trovata in possesso di alcune tovaglie asportate da un locale del centro storico. La donna dovrà rispondere del reato di ricettazione.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Taranto:

a) per il reato di violazione alle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno in questo centro, un 33/enne martinese sottoposto alla predetta misura di prevenzione trovato in compagnia di altri soggetti pregiudicati durante un controllo..

b) per il reato di porto di armi e procurato allarme, un 47/enne martinese, già noto alle forze dell’ordine. A seguito di perquisizione domiciliare veniva trovato in possesso di una pistola “scacciacani” modificata, con serbatoio e nr. 2 cartucce, il tutto sottoposto a sequestro. Tempo addietro, in Martina Franca, si era reso responsabile di esplosione di colpi di arma da fuoco nei pressi di un bar.

Alla Questura di Taranto veniva inoltrata una proposta di rimpatrio con foglio di via obbligarlo dal Comune di Martina Franca nei confronti di un pregiudicato di Ceglie Messapica (BR). L’uomo identificato durante un controllo alla circolazione stradale non era in grado di fornire i motivi circa la sua presenza. Allo stesso veniva sequestrata l’autovettura poiché sprovvista della regolare copertura assicurativa.

I Carabinieri della Stazione di Montemesola hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Taranto un 34/enne pregiudicato di Manduria per il reato di furto aggravato e simulazione di reato. I militari hanno riscontrato la sua presenza, giorni addietro, nel citato Comune ove si è reso responsabile del furto di un borsello da un auto in sosta. Peccato che il ladro ha perso il portafogli nei pressi dell’obiettivo e per i Carabinieri è stato facile procedere al deferimento, anche perché l’uomo portatosi in Sava ha raggiunto la locale Stazione Carabinieri denunciano lo smarrimento dei propri documenti.

Le festività estive hanno imposto alla Compagnia Carabinieri di Martina Franca uno sforzo sinergico per fare fronte ai numerosi impegni istituzionali e garantire un regolare svolgimento delle sagre e feste conviviali. Durante quei giorni e’ stato garantito l’impiego costante di militari in uniforme e personale in abito civile.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here