Questo weekend, oltre ad offrire le giornate del patrimonio, può mostrarsi all’insegna della cultura anche grazie alla Festa dei lettori: con eventi che impegnano tantissime città, dal Friuli alla Sicilia, anche Martina Franca fa la sua parte. Sono state organizzate infatti in collaborazione con i Presidi del libro di Martina Franca, rappresentati da Anna Maria Montinaro, una serie di iniziative nei circoli didattici sul tema nazionale “l’isola”.
Per tutta la mattinata infatti i giovani alunni dei circoli didattivi Chiarelli, Giovanni XXIII e Marconi hanno partecipato divertendosi a laboratori di lettura, scrittura ed arti applicate. In serata si è avuta invece la bella presentazione, davanti a un affollato e caloroso pubblico, del libro di Daniela Patriarca dal titolo Il giorno che Viola vide il mare. Presenti, oltre all’autrice e alla responsabile martinese dei Presìdi, anche l’assessore alla cultura Antonio Scialpi, Giorgia Lepore e l’editore Ausilia Veneruso. Quest’ultima ha rappresentato fisicamente il legame del libro con il tema nazionale: la sua casa editrice, La Conchiglia, ha infatti un motto eloquente, “ogni libro è un’isola”. In questo contesto, dunque, la storia di due giovani nel periodo del dopoguerra raccontata con sensibilità e interesse dall’autrice Daniela Patriarca si inserisce perfettamente nel tema nazionale sia per il richiamo diretto della casa editrice, sia per il suggerimento marino del titolo: in più, come ha raccontato con dolcezza l’autrice, ogni libro, ogni frammento di cultura è una parentesi, un’isola nel mare dell’indifferenza quotidiana, un luogo nel quale stare in pace con sé e con gli altri.

Daniele Milazzo

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here