27 Gennaio: una data storica, una data da non dimenticare, una data che significa liberazione. Nel 2000, la Legge Nazionale n.211 ha proclamato questa giornata il “Giorno della Memoria”, in cui si ricordano le migliaia di ebrei uccisi e deportati nei campi di concentramento durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale.

Martina Franca, dal canto suo, non vuole dimenticare questo giorno e lo ricorda attraverso le menti dei giovani. E’ infatti previsto per oggi pomeriggio, alle ore 17 presso la Sala Consiliare del Palazzo Ducale, la manifestazione incentrata sulla filosofa e religiosa Edith Stein. L’iniziativa è organizzata dal Liceo “Tito Livio” in collaborazione con l’Assessorato alle attività culturali del Comune di Martina Franca. Il seminario intende onorare e valorizzare nella consapevolezza comune la Giornata della Memoria, allo scopo di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Nel corso della manifestazione verrà letta la biografia della filosofa tedesca, Edith Stein, deportata ed uccisa ad Auschwitz-Birkenau nel 1942. La sua biografia è stata studiata ed elaborata dagli studenti del Liceo “Tito Livio” e vi sarà l’intervento di padre Francesco Alfieri, insigne studioso di Edith Stein e del suo percorso intellettuale e umano, che illustrerà una relazione sul tema “Dal Carmelo di Echt ad Auschwitz”. L’evento suggella un percorso di approfondimento extracurricolare, cui hanno partecipato oltre quaranta studenti coordinati dalle docenti Maddalena Cardone, Daniela Carrieri ed Elina Quero.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here