oznor

Sala piena ed insufficiente per tutte le persone che l’ hanno gremita in ogni spazio  e per coloro che avrebbero voluto farlo, ma sono state costrette ad andare via, nonostante il tempo infausto , per la prima presentazione nazionale, nella città nativa dell’autrice, del libro che sta facendo parlare molto di se “L’Autostima è donna”Grazia Lillo ha dialogato con il Presidente del Festival della Valle d’Itria Franco Punzi. “Ho trovato una porta aperta – ha detto la Lillo – con il presidente  che so che ama molto il genere femminile“, dal canto suo Punzi l’ha ringraziata per aver scelto per la presentazione del libro, la sala della Fondazione Paolo Grassi in un anno molto importante, nel quale si celebra il centenario di colui al quale è dedicato. E’ stata divertente la conversazione che spesso ha catturato il sorriso dei presenti in sala, vista l’ironia del presidente di uno dei festival più importanti del mondo. “E’ un libro che si legge tutto d’un fiato – ha detto Punzi che sembrava molto informato e si deduceva l’avesse veramente letto –   “anche se ora va acquistato da tutti”. “E’ un libro che insegna alle donne a volersi bene”. Interessante la nutrita presenza maschile in sala, magari sotto forma di accompagnatori della consorte o della fidanzata, ma visibilmente interessati. Un ringraziamento a Lucrezia la figlia dell’autrice che sembra aver incoraggiato la mamma nel realizzare quel sogno che aveva da anni nel cassetto, mentre Punzi ha esaltato le doti di Leonardo Lucarella, marito della Lillo e farmacista di successo : “E’ una grande persona ed un grande professionista”. Prossimo appuntamento  a Roma tra una settimana, dove Grazia Lillo sarà premiata per il successo che ha portato a diventare “L’autostima è donna”  Best seller dopo ‘solo un giorno’ nella grande manifestazione organizzato da Bruno Editore. L’Amministrazione Comunale di Martina Franca ha voluto testimoniare la propria vicinanza con l’Assessore alla Cultura Antonio Scialpi. Brava Luciana Convertini di Video Emme Italia che ha coordinato la serata.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here