I Giovani del Partito Democratico martinese si riorganizzano e chiamano a raccolta le ragazze e i ragazzi per puntare decisamente sul rinnovamento la cui strada viene individuata nel messaggio lanciato da Matteo Renzi.
Si parte dal risultato delle elezioni europee che rappresentano, per i giovani democratici, un punto di continuità con l’amministrazione locale e con l’apertura ai giovani che il Pd locale ha già intrapreso.
Di seguito le considerazioni e le linee guida degli esponenti dei Giovani Democratici.

Le Europee del 25 maggio scorso, al di là del dato numerico che certifica la netta affermazione del Partito democratico a livello nazionale e locale, rappresentano un messaggio di fiducia e speranza nel futuro. Il forte segnale lanciato da chi ha individuato nel nostro partito e in Matteo Renzi la possibilità di un cambiamento reale per l’Europa, l’Italia e la nostra città ci gratifica e allo stesso tempo ci spinge a proseguire il cammino intrapreso lungo la strada del rinnovamento. In questo contesto, i Giovani democratici di Martina Franca vogliono farsi portavoce delle istanze delle nuove generazioni elaborando proposte e fornendo soluzioni al solo ed unico scopo di superare difficoltà e problemi che, purtroppo, noi tutti quotidianamente siamo costretti ad affrontare
Due anni fa il Pd martinese e l’Amministrazione comunale guidata da Franco Ancona hanno fatto un importante investimento sui giovani ai quali finalmente è stata data la possibilità di esprimere le proprie potenzialità. Il patto generazionale siglato in quella circostanza non ha permesso soltanto di riallacciare il dialogo tra realtà diverse ma ha offerto, appunto, ai giovani la possibilità di mettersi in gioco.
Invitiamo tutte le ragazze e i ragazzi che hanno sostenuto il progetto nel corso dell’ultima tornata elettorale, e coloro i quali non lo hanno fatto scegliendo altre strade o non andando a votare, a venire a trovarci per aprire un confronto e parlare di futuro. Il Partito democratico ha bisogno di camminare sulle gambe di chi vuole impegnarsi per il bene comune: per questa ragione intende raccogliere le energie positive e le idee di chi oggi non deve sentirsi escluso e desidera essere il cambiamento che vuole vedere.

(foto: una manifestazione dei GD in Villa Garibaldi)

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here