L’Imu sui terreni agricoli potrà essere pagata entro il 31 marzo 2015 senza l’applicazione di sanzioni e interessi.

Con un emendamento al DL 4/2015 (istitutivo dell’Imu sui terreni agricoli) approvato all’unanimità dalla Commissione Finanze e Tesoro del Senato, presentato dal relatore Federico Fornaro (PD), si è concessa ai contribuenti la possibilità di pagare l’imposta sui terreni agricoli senza sanzioni ed interessi sino al 31/03/2015.
Nel caos normativo che ha disorientato contribuenti ed addetti ai lavori, arriva finalmente l’ufficialità per l’eliminazione di interessi e sanzioni per chi non ha ancora pagato l’Imu sui terreni agricoli e lo fa entro il 31 marzo prossimo.

L’Assessore al Bilancio, Giuseppe Cervellera, ritiene che “se dobbiamo guardare il bicchiere mezzo vuoto, riteniamo ancora insufficiente lo stato attuale del decreto istitutivo dell’Imu sui terreni, in quanto non tiene assolutamente conto delle aree svantaggiate e delle caratteristiche del territorio di Martina Franca che deve ritenersi completamente montano e quindi totalmente esente dall’imposta. Se guardiamo il bicchiere mezzo pieno, registriamo naturalmente in maniera positiva, dopo le sollecitazioni di centinaia di amministrazioni locali, compresa quella di Martina Franca, che da Roma sia arrivata questa vera e propria proroga fino al 31 marzo.”

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here