Il consigliere comunale Giuseppe Cervellera spiega quali saranno i temi fondamentali del congresso cittadino del partito

Di seguito una riflessione del consigliere comunale Giuseppe Cervellera sul congresso di SEL che si svolgerà dopodomani presso l’Auditorium Cappelli in zona Carmine:

“Il congresso di SEL di domenica prossima è un’ottima opportunità per incontrare i cittadini e continuare a portare avanti la nostra idea di politica, basata sulla democrazia partecipativa e sulla difesa dei diritti dei più deboli”. Questo il primo pensiero di Giuseppe Cervellera, consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà, in merito all’incontro che si svolgerà il pomeriggio del 10 novembre a partire dalle ore 16 presso l’Auditorium Cappelli di Martina Franca, a cui parteciperanno molti rappresentanti istituzionali del partito: il segretario cittadino Pino Fedele, l’assessore a Servizi Sociali Donatella Infante, la parlamentare Donatella Duranti, il consigliere regionale Alfredo Cervellera, il membro della segreteria provinciale Pietro Giacovelli e lo stesso Giuseppe Cervellera, che spiega: “Saranno rappresentate tutte le istituzioni, per affrontare i problemi dei cittadini da ogni angolazione: dal punto di vista locale a quello provinciale, incluso quello regionale e nazionale”.

Il consigliere di SEL esprime anche soddisfazione “per l’azione amministrativa sin qui portata avanti dalla maggioranza targata Ancona”, ma non chiude gli occhi di fronte alla recenti incomprensioni tra alcuni membri del centrosinistra: “C’è bisogno di unità nella coalizione per una più incisiva azione amministrativa. Sono soddisfatto di quello che è stato fatto anche pensando all’avvenimento più recente, ovvero la programmazione partecipata al nuovo piano Sociale di Zona integrato con i PAC (Piano di Azione e Coesione), con cui potremo indirizzare al meglio le politiche a favore di anziani, disabili, non autosufficienti, famiglia, infanzia, minori ed inclusione sociale. Parallelamente – conclude Cervellera – dobbiamo iniziare a pensare uno sviluppo economico che sia compatibile e sostenibile per il nostro territorio, perché l’attenzione al lavoro, soprattutto in un momento di crisi come l’attuale, non deve mai venir meno nella nostra azione di governo, locale e nazionale”.
Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here