Il consigliere regionale de La Puglia per Vendola Francesco Laddomada, in qualità di componente di cinque Commissioni consiliari, ha scritto ai componenti della Giunta regionale, affinchè maggiore attenzione, energie e risorse siano riservate alle politiche familiari, anche in termini di sussidiarietà alle categorie più svantaggiate, prendendo spunto dalla nota inviata dal Forum delle Associazioni Familiari alla Giunta e al Consiglio regionale, la quale sollecitava una verifica di metà mandato, rivolta ad esaminare l’attività della Regione Puglia in materia di politiche familiari. “Ho avuto modo di apprezzare e condividere, nell’approccio e nei contenuti, – scrive Laddomada – l’attività del FAF, a partire dalla predisposizione del Manifesto programmatico propostoci e diffuso in concomitanza delle Elezioni amministrative regionali 2010. Attività che, supportata da un atteggiamento propositivo e di confronto, ha positivamente colpito e stimolato la mia sensibilità alle tematiche familiari. Questa attenzione, infatti, mi impone una continua collaborazione con le diverse Associazioni presenti sul territorio, volta all’ascolto e alla conoscenza, in primis, delle particolari difficoltà familiari, nella prospettiva, poi, della ricerca o della creazione delle soluzioni più adeguate al caso specifico.

E’ affascinante come la realtà familiare, fondamento della nostra Società, racchiuda in sé differenti problematiche e diversificate categorie di persone, quali lavoratori, disabili, giovani, donne, etc., cui sono associate altrettante tematiche, quali disoccupazione, integrazione sociale e ambientale, maternità e difesa della vita”. “Resta, dunque, prezioso  – ha proseguito Laddomada – il supporto e il confronto con le tante Associazioni, che si adoperano sul territorio con svariate iniziative a favore delle Famiglie, in collaborazione con le stesse, il cui parere, in quanto derivante da una prospettiva complementare a quella di chi opera, è estremamente importante.

Il compito diventa arduo visto il momento storico economico e sociale in cui operiamo, che impone spesso scelte obbligate e lontane da quelle auspicabili, ma sono da sempre fautore di una politica fatta per, e a servizio, della Comunità, e in particolare dei più deboli. Una politica che porta costantemente a migliorarsi, per il raggiungimento di sempre migliori risultati”. “Stante la consapevolezza di quanto abbiamo fatto – conclude Laddomada  – grazie alla collaborazione e all’impegno che ciascuno a profuso in questi trenta mesi di mandato, a cui è doveroso dare merito, ritengo che maggiore attenzione, energie e risorse, per quanto possibile, sia necessario riservare alle politiche familiari, anche in termini di sussidiarietà alle categorie più svantaggiate. E’ questo l’appello che rivolgo a Voi tutti”

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here