Al termine della rappresentazione teatrale “Come tu mi vuoi” di Luigi Pirandello, andata in scena al Teatro Verdi, la protagonista Lucrezia Lante della Rovere si è fermata nel foyer del Teatro  per firmare la petizione che le associazioni di categoria dell’ Unione Puglia e Basilicata di  A.G.I.S, A.N.E.C, F.I.C.E. e A.C.E.C hanno indirizzato alla Regione Puglia al fine di scongiurare la chiusura delle sale cinematografiche. “Sale cinematografiche e teatri non devono chiudere  – ha commentato l’attrice – perchè sono realtà culturali che devono continuare ad esistere per offrire al pubblico la possibilità di scegliere uno spettacolo di loro gradimento. E i politici devono fare la propria parte”.

MG

(foto di Matteo Gentile – Diritti Riservati)

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here