Mai come ora Martina Franca è a elevato rischio per i pedoni. Tutte le strisce pedonali sono praticamente invisibili e rappresentano un forte rischio per tutti, in particolare per bambini ed anziani. Diverse volte ci sono stati degli incidenti che hanno coinvolto delle persone, mentre le attraversavano. Ogni volta che uno tenta di farlo deve raccomandarsi a Dio e sperare di non essere investito. In caso di incidente, ci racconta un assicuratore, le compagnie potrebbero appellarsi alle strisce inesistenti. Durante la campagna elettorale, più volte durante i comizi, il sindaco Ancona ha affrontato il problema dandone le responsabilità al Commissario prefettizio. Oggi, a due mesi dall’insediamento della nuova Amministrazione la situazione è peggiorata. L’attenzione della Giunta si è praticamente rivolta all’attenzione del turismo, pensando che le strisce pedonali e la segnaletica non siano complementari al turismo, soprattutto in termini di  sicurezza. Gli stessi turisti stranieri sono i primi ad aver evidenziato il problema ai Vigili Urbani che non hanno potuto che allargare le braccia e a fermare il traffico per farli attraversare. Nel frattempo, il neo Assessore ai Lavori Pubblici è impegnato in una tournée con la sua fisarmonica dove può manifestare il suo virtuosismo nel suonarla. Questa mattina, due cittadini, provocatoriamente hanno messo in segno di protesta un tavolino di un bar proprio a centro strada in Via Taranto, dove dovrebbero esserci le strisce pedonali. La situazione è critica dappertutto, come si può evincere dalle foto, in particolare all’incrocio tra Corso Italia e Via Paisiello, in Via Valle d’Itria, ma praticamente in tutta la città.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY