Nella giornata di ieri gli Agenti della Squadra Volantedi Taranto in collaborazione con i colleghi del Commissariato di Martina Franca hanno tratto in arresto N.E. pregiudicato tarantino di 27 anni, sottoposto agli arresti domiciliari per evasione, sequestro di persona, lesioni, minacce e guida senza patente e denunciato in stato di libertà sua madre e sua sorella.

Nella serata di ieri,la Poliziadi Martina Franca, ha segnalato alla sala operativa 113  del capoluogo Jonico, una denuncia sporta da un giovane martinese di poco più di 20 anni, il quale  ha dichiarato che mentre era a passeggio nel centro cittadino con la sua fidanzata, è stato avvicinato da un auto con a bordo i parenti della sua ragazza, appena arrivati da Taranto.

Quest’ultimi, in particolare la madre e la sorella minore, con fare minaccioso hanno prelevato con forza la giovane costringendola in maniera violenta  a salire nella loro autovettura, mentre N.E., il fratello maggiore della giovane,  si è avvicinato al 20enne minacciandolo di morte e mostrandogli una pistola che aveva nascosto sotto la maglietta.

Dopo aver compiuto il raid, i parenti della ragazza a bordo di una Fiat Punto si sono allontanati rapidamente in direzione Taranto.

In base alle dettagliate descrizioni fornite dai poliziotti del Commissariato martinese, la polizia del capoluogo ha effettuato un posto di blocco lungo la SS.172 che collega il comune della Valle d’Itria a Taranto e dopo alcuni minuti hanno intercettato e fermato in una piazzola di sosta la Fiatsegnalata.

Dopo aver placato gli animi della famiglia, gli agenti hanno effettuato i dovuti controlli, nel corso dei quali si è accertato la violazione degli obblighi agli arresti domiciliari da parte di N.E., il quale era privo anche della patente di guida.

 Nel prosieguo dei controlli i poliziotti sono riusciti a recuperare all’interno dell’abitacolo della FIAT, occultata sotto un tappetino, la pistola giocattolo, priva del prescritto tappo rosso, con la quale il pregiudicato aveva minacciato il giovane martinese.

Sono immediatamente scattate le manette per N.E. mentre le due donne sono state denunciate in stato di libertà. L’auto priva di qualsiasi documento di circolazione e assicurativo è stata posta sotto sequestro.

Su disposizione delle Autorità competenti la giovane ragazza sequestrata è stata affidata momentaneamente ad un centro di prima accoglienza.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here