I sindaci italiani manifesteranno il 21 dinanzi a Montecitorio. L’iniziativa è dell’Anci, associazione nazionale dei Comuni italiani. La protesta è finalizzata allo sblocco del patto di stabilità, per poter permettere alle amministrazioni locali di onorare i debiti nei confronti delle imprese.

Tanto per fare un esempio, il Comune di Martina Franca ha le casse stracolme di soldi, circa 14 milioni di euro, ma non può usarli perché c’è il patto di stabilità.

I Comuni italiani valutano la loro vertenza in circa 9 miliardi di euro. Analogamente, le amministrazioni provinciali ritengono sia un danno da due miliardi e mezzo di euro il patto di stabilità. Le imprese, spesso, a causa dei crediti non riscossi nei confronti della pubblica amministrazioni devono addirittura rinviare i pagamenti degli stipendi, quando non si prospetta la chiusura.

Oggi la Cgia di Mestre ha diffuso le stime, di livello nazionale, dei debiti della pubblica amministrazione verso le imprese: 60 miliardi di euro.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here