La VIII Commissione Ambiente della Camera che ha in esame il decreto Terra dei Fuochi e Ilva inizia i suoi lavori domani, con un giorno di anticipo sull’Aula, per completare il ciclo di audizioni avviato il 27 dicembre e presentare gli emendamenti che verranno esaminati nei giorni successivi. La notizia è riportata dall’agenzia di stampa Italpress, che riporta inoltre le dichiarazioni Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera,   “Il decreto  legge 136/2013, detto Terra dei Fuochi e Ilva, e’ un provvedimento di grande importanza, come sottolineato anche dalle autorevoli prese di posizione di questi giorni a partire da quelle del Presidente della Repubblica Napolitano. Per quanto riguarda l’Ilva sarè necessario garantire che siano disponibili risorse assicurate dai beni della famiglia Riva per portare a compimento le azioni previste per la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini”. La notizia fa il paio con il procedimento avviato dal Comune di Taranto, con il bando e gli atti di gara relativi all’appalto del progetto esecutivo di bonifica dei suoli finalizzato ad annullare il rischio sanitario relativo alle aree del sotto-progetto 4 del quartiere Tamburi, il rione più vicino al siderurgico. Lo annuncia l’assessore all’Urbanistica del Comune di Taranto, Francesco Cosa, precisando che tutta la documentazione e’ pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Taranto. “Le aree da bonificare – afferma Cosa – sono quelle individuate all’interno del perimetro del Sotto-progetto e riguardano le aree verdi e non pavimentate”

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here