Pallavolo Martina lotta ma si ferma a un set dalla salvezza
Con la sconfitta interna del Messina alla PM bastava un set per raggiungere la salvezza ma le tante occasioni sprecate a Bracciano hanno rinviato la festa
Di seguito il comunicato dell’ufficio stampa della società martinese, che tra l’altro è stata testimone, lungo l’autostrada, di alcuni atti vandalici compiuti da un gruppo di persone che si definiscono tifosi di calcio.

Il 3-0 subìto dal Messina in casa contro l’Alessano ha aperto le porte della salvezza per il Martina: serviva e, purtroppo, serve solo un set per la matematica ma questo non è arrivato in quel di Bracciano. Dopo un primo parziale completamente in balìa degli avversari, un doppio 25-23 con il Martina sempre in gara e spesso avanti ha lasciato in gola l’urlo salvezza rinviato alla prossima, ultima, gara. LA GARA. La PM scende tardi in campo: nel primo parziale l’8-1 e il 16-6 dei due tecnici non lasciano spazio a interpretazioni. Il Club Italia in formazione tipo vince in scioltezza (25-13) e si porta in vantaggio. Arrivano notizie confortanti da Messina e i biancoazzurri, orfani di Bosco e Montanaro e con Iorno partito come fuori-mano, cercano di recuperare terreno. Il muro di Iorno regala il mini-break al primo tecnico (7-8) e il Martina allunga sino al +3 di Lerna (8-11). Argenta pareggia il conto (11-11) ma sbaglia l’attacco che da il +2 al Martina (14-16). Sarpong sale in cattedra sino al 20-21 ma un suo attacco out e il tocco di seconda di Pistolesi (23-21) è la mazzata sul set. Lanzolla cerca di mantenere i suoi in gara ma è ancora out l’attacco di Sarpong per il 25-23 finale. Terzo set in apnea per i biancoazzurri, consci di aver perso un’occasione e vogliosi di strappare almeno il ‘parziale-salvezza’. Ceppaglia spara out (9-7) ma i locali iniziano a essere più fallosi sino al +3 ospite (12-15) di Milan (attacco out) che diventa +4 al secondo tecnico. La PM deve solo amministrare, Lerna tiene il +3 (17-20) ma Ntotila sfrutta una difesa poco sicura dei martinesi (20-21) che si rifugiano in time out. Al rientro ancora Lerna da il +2, Sarpong lo mantiene sino al 21-23 ma prima Argenta, poi il muro di Biglino, una ricezione negativa su servizio ospite e un altro attacco di Biglino svoltano incredibilmente un set praticamente vinto, regalando il 3-0 agli azzurri del Club Italia e tantissima delusione nelle fila della PM. Nulla è perduto considerata la sconfitta del diretto avversario per la salvezza. Sabato prossimo nell’impegno casalingo col fortissimo Cosenza basterà vincere un set o basterà che il Messina perda solo un set in quel di Casandrino per brindare alla permanenza in B1.2

Campionato Nazionale Volley Maschile Serie B1 gir. C 2013/14

10° giornata di ritorno – Sabato 03/05/2014 ore 18 – Palazzetto A.M. Vigna di Valle (Bracciano-RM)

AERONAUTICA MILITARE CLUB ITALIA – PALLAVOLO MARTINA 3-0

Parziali: 25-13; 25-23; 25-23.

 

A.M. CLUB ITALIA: Leoni 1, Caneschi 3, Allesch (L), Zonca ne, Raffaelli 5, Pistolesi 1, Esposito 4, Biglino 12, Ntotila 1, Milan 6, Argenta 5, Gaia 7, Tofoli (L). Coach: Mario Barbiero. Att.: 70%; Ric.: 58%; Muri: 9; Ace: 1; Err. Serv.: 12.

PALLAVOLO MARTINA: Lanzolla 3, Massafra ne, Lerna 5, Siena 0, Iorno 5, Ceppaglia 4, Giunta (L), Sarpong 18, Fortunato 0. Coach: Vincenzo Bisignano. Att.: 58%; Ric.: 58%; Muri: 2; Ace: 4; Err. Serv.: 11.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here