Nell’ultimo mese le circolari redatte dal  Capo della polizia – direttore generale della pubblica sicurezza Franco Gabrielli, dopo i fatti di Torino e le vicende relative ad episodi terroristici che, praticamente hanno cambiato in tutta Italia lo svolgimento degli eventi e non solo, in quanto per ogni situazione che comporta una grossa partecipazione di gente deve essere redatto un adeguato piano di sicurezza e la festa Patronale di San Martino è una di queste, leggendo attentamente le circolari. Ma a quanto pare, sembra che la sicurezza è un optional e dipende se a organizzare sia un privato o l’Ente Pubblico. Fatto sta che a Martina la Festa Patronale richiama migliaia di persone, tanto da occorrere convocare il COC (Centro Operativo Comunale), ma questo sembra essere discrezionale a quanto pare. Leggendo le circolari del direttore generale della pubblica sicurezza, ci sono indicazioni precise, sia riguardo l’ubicazione delle giostre, sia tutte le vie interessate dalla grande affluenza di pubblico. La notizia curiosa è quella che il dirigente che dovrebbe soprassedere il COC approfitta per andarsene in ferie. Chi lo sostituisce? Chi gestisce il controllo di un adeguato piano di sicurezza durante la festa? Mettiamoci poi un assessore alle prime armi che non sa nulla a riguardo, tranne il percorso della processione che vorrà seguire. Che Dio ce la mandi buona.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY