Richiesta alla Regione la perimetrazione dell’intera area comunale

Richiedere alla Regione Puglia l’individuazione di “uno specifico ambito di raccolta ottimale (ARO) per il Comune di Martina Franca, coincidente con l’intero territorio comunale, per la gestione del servizio igiene urbana, spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti urbani”. E’ questa – in sintesi – la proposta della Giunta Comunale in materia di raccolta e trasporto rifiuti. L’Amministrazione, sulla base della Legge Regionale n.24 del 20 agosto 2012, “Rafforzamento delle pubbliche funzioni nell’organizzazione e nel governo dei Servizi pubblici locali”, intende quindi richiedere la perimetrazione dell’intera area comunale, forte di una estensione di rilievo: 295,42 kmq, la più ampia dell’intera provincia e la 38° in tutta Italia, superiore anche alla stessa Taranto (217,5 kmq). Nello specifico, la Legge in questione, prevede che “La pianificazione regionale, al fine di consentire una differenziazione dei servizi finalizzata a massimizzarne l’efficienza, all’interno di ciascun ATO, può definire perimetri territoriali di ambito sub-provinciale per l’erogazione dei soli servizi di spazzamento, raccolta e trasporto, denominati Ambiti di raccolta ottimale (ARO). I perimetri degli ARO sono individuati nel rispetto dei principi di differenziazione, adeguatezza ed efficienza, tenendo conto delle caratteristiche dei servizi di spazzamento, raccolta e trasporto di tutti i rifiuti urbani e assimilati”.

Martina, oltre alla carta riguardante l’estensione territoriale, ha anche altri requisiti molto importanti, come la presenza di numerose frazioni e zone dell’agro distanti dal centro abitato e densamente popolate; il fenomeno delle cosiddette «case sparse», con oltre 10.000 residenti (pari al 21% della popolazione locale); e ultimo, ma non meno importante, la presenza di siti di interesse naturalistico, ambientale, paesaggistico, storico e architettonico. Sono infatti di degna rilevanza il Sito di Importanza Comunitaria “Murgia sud-est”,la Riserva NaturaleRegionale “Bosco delle Pianelle” ela Riserva NaturaleStatale “Murge Orientali”. A tutto ciò si aggiungono anche le risorse culturali e turistiche – come il festival della Valle D’Itria e il festival del Cabaret – che, secondo l’Amministrazione, portano in città circa 17-20.000 turisti nel solo periodo estivo.

Insomma, Martina merita la A.R.O., forte anche di un rapporto fra unità locali (cioè imprese) e abitanti pari a 7.1, superiore di ben 2 punti alla media provinciale e di 1.2 aquella regionale (anche se il dato risale al 2001, quando la crisi odierna era inimmaginabile, nda). Ricapitolando: sulla base di questi dati, Martina Franca si candida ad ottenere l’Ambito di Raccolta Ottimale per la gestione di raccolta e trasporto degli R.S.U. con estensione pari al proprio perimetro territoriale. Non ci resta che attendere, per capire sela Regione la pensa così, oppure no.

 Carlo Carbotti

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here