La comunicazione ufficiale arriva dagli organizzatori della manifestazione che si doveva tenere questa sera in piazza plebiscito. A causa delle condizioni metereologiche avverse i ragazzi si riuniranno lunedì 2 giugno, a partire dalle 20.00, per gridare insieme “Non spegnete i nostri sogni”.

La serata, nel ricordo di Mattia Tagliente, sarà comunque realizzara conesibizioni dal vivo inneggiando alla speranza e alla voglia di essere protagonisti. Un vero e proprio happening dal vivo nel cuore della città, durante il quale ci saranno tanti cuori a battere all’unisono per inneggiare alla vita e alla sua grande forza dirompente. L’associazione “lo sportello di Mattia”, istituita da Mina Carbotti, Michele e Marco Tagliente, rispettivamente mamma, papà e fratello del giovane Mattia che un anno fa ha semplicemente cambiato dimensione della propria esistenza, nasce per stare accanto ai ragazzi e ai giovani nel loro approccio alla vita.
Musica dal vivo, espressione corporea, danza, spettacolo dei burattini per i più piccoli (e non solo per loro!), recitazione, improvvisazione e animazione con clown e giocolieri. La piazza sarà letteralmente invasa dalla carica di entusiasmo che i ragazzi vogliono raccontare, ricordando il messaggio di Mattia Tagliente, uno di loro, uno di noi, sempre e per sempre.
La manifestazione, oltre che un grande richiamo al grande valore che è la vita, sarà anche un’occasione per raccogliere fondi a favore dello sportello filosofico intitolato a Mattia, attraverso un momento conviviale fatto con panini ai salumi locali e mescita di vino. Obiettivo dello sportello è soprattutto quello di ascoltare i giovani, raccoglierne speranze e paure, per costruire insieme un mondo migliore a partire da adesso. La forza della vita è quella che consente a ognuno di vivere per un sogno ma guardando in faccia la realtà, con ottimismo e positività. “Non spegnete i nostri sogni”, perché finché si è capaci di sognare si è capaci di vivere, e tutto questo si trasmette in maniera positiva verso chiunque si incontri, anche per un solo attimo della propria esistenza.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here