Nella serata di ieri gli Agenti della Squadra Volante di Taranto arrestato per furto aggravato in concorso tra loro tre tarantini: P. C., C.F., M.P., rispettivamente di 53, 42 e 43 anni.
Intorno alle 21 di ieri, la Sala Operativa riceveva una segnalazione di allarme da parte degli addetti alla vigilanza dello Stabilimento Ilva. Questi avevano notato, e tenevano sotto controllo tre uomini, che dopo aver scavalcato la recinzione dello stabilimento, si erano introdotti in un capannone di una ditta appaltatrice ed erano intenti a tranciare con delle tronchesi cavi elettrici.
Sempre sotto l’osservazione dei vigilanti e successivamente degli Agenti della Volante, nel frattempo giunti sul posto, i tre “ladri di rame” dopo aver preparato alcune mattasse di cavi, le hanno caricate su un furgone parcheggiato nello stesso capannone, sempre di proprietà della ditta appaltatrice, per poi uscire dallo stabilimento. Appena usciti, gli Agenti appostati poco dopo il varco dello stabilimento li hanno prontamente fermati. I tre colti con “le mani nel sacco” non hanno potuto far altro che ammettere le loro responsabilità.
Accompagnati negli Uffici della Questura i fermati sono stati arrestati in flagranza di reato e su disposizione delol’autorità giudiziaria competente sono stati posti agli arresti domiciliari. I cavi elettrici, per un peso complessivo di circo 300 kg. venivano successivamente affidati ai responsabili della Ditta Appaltatrice proprietaria del rame.

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here