Oggi si riunisce la commissione consiliare Trasporti della Regione Puglia, per esaminare la possibilità di ampliare ai voli civili l’operatività dell’aeroporto “Arlotta” di Grottaglie. Una riunione estremamente importante, dunque, per l’intero territorio, compresa la nostra città. Una riunione estremamente importante, come rimarca Anna Rita Lemma, consigliera regionale, il cui intervento riportiamo di seguito:

Oggi la V Commissione Regionale si riunirà con all’ordine del giorno  il “rilancio dell’aeroporto Arlotta di Grottaglie”.

Nell’occasione, le associazioni tarantine consegneranno le firme raccoltea sostegno dell’apertura dello scalo ai voli civili.

Le successive audizioni dell’assessore ai Trasporti, Giannini, e del neopresidente dell’Areoporti Puglia, Acierno,  costituiranno l’occasione ideale per ridefinire un piano di interventi che, di fatto, ha lasciato lo scalo tarantino, ad oggi,  fanalino di coda dei quattro aeroporti pugliesi.

Sarà  dunque opportuno raccogliere le istanze del territorio.

Ritengo necessario, in  questa fase così complessa, operare in modo chiaro per la valorizzazione dell’infrastruttura tarantina, non fosse altroche per mettere fine all’antieconomicità degli investimenti effettuati per la sua realizzazione.  

L’attuale Piano dei Trasporti individua l’unica destinazione ad aeroporto cargo. Ma con quali interventi certi? Con quali azioni?                                                     

Ad ogni modo, l’utilizzo “civile” complementare – stabilito chequello lucano sarebbe un importante  bacino di utenza, perché mai non potrebbe trovare attuazione?

Potrebbe diventare trainante. Potrebbe essere un reale sostegno alle scelte di diversificazione economica che a Taranto e provincia in questa fase storica si impongono per la valorizzazione culturale, la riscoperta storica e dell’enogastronomia in una prospettiva seria di rilancio per le piccole e  medie imprese.

Perché, allora, ricacciare Taranto nell’angolo della monocultura industriale che oggi sta segnando in modo tanto preoccupante il nostro territorio?

Perché non comprendere appieno che una strategia per la Città passa proprio dalla  capacità di disegnare nuove prospettive?

Sono certa che i Consiglieri regionali della provincia ionica,condividano questalinea d’azione.

L’aeroporto Arlotta va utilizzato con lo sguardo al futuro. 

L’attuale lettura unicamente commerciale dello scalo appare quantomeno miope.

Quelle firme, quindi, rappresenteranno un mattone fondamentale a cui dovranno seguire chiare politiche di investimento e intervento sullo scalo grottagliese.

(foto: fonte manduriaoggi.it)

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here