Lorenzo Basile, Assessore al Bilancio e al Personale risponde così alla nota di IdeaLista: 

“1. Idealista afferma che c’è stato l’aumento della spesa del 40% del personale. E’ falso:  basta leggersi gli ultimi due bilanci consuntivi e la bozza del Bilancio di Previsione 2014 (lo schema è già stato approvato dalla Giunta ed è pubblicato sul sito del Comune) per evitare la solita demagogia considerato che, numeri alla mano, la spesa del personale è passata dai 5.773.990€ del 2012 ai 5.496.588€ del 2013.

Per il 2014 si prevede una spesa di 5.491.800€. Quindi  c’è stata una netta diminuzione del costo del personale, anche perché ciò è un preciso obbligo di legge. Nonostante questo, l’ Amministrazione è riuscita a fare una seria programmazione del personale per implementare una macchina amministrativa che era allo sfascio: negli anni passati nessuno si è preoccupato di attivare procedure di mobilità e neanche concorsi (in verità ne era stato avviato uno per geometri ma mai concluso).

Dai 301 dipendenti previsti dalla dotazione organica siamo passati ai 168. Questa inerzia ha prodotto una ulteriore criticità considerato che ha notevolmente ridotto “la capacità di spesa dell’Ente”. Un dato su tutti: la norma prevede il limite massimo del 50% del rapporto fra le spese correnti e quelle del personale. L’attuale rapporto è del 23,9% il che la dice lunga sulla lungimiranza con la quale si è operato. Oggi abbiamo implementato gli uffici: sono stati assunti tramite concorso 9 vigili a tempo pieno e indeterminato, uno in comando, due in mobilità; quattro geometri per concorso (tre per l’Urbanistica e uno per i lavori pubblici) e due per mobilità (Lavori Pubblici e Ufficio Commercio); un perito elettrotecnico in comando dal Comune di Taranto e un ingegnere per mobilità (per l’Ufficio Tecnico); due unità, una in comando e una in mobilità, per l’Ufficio Ambiente; una unità in mobilità per l’ufficio legale e una per la Pubblica Istruzione; tre dipendenti per mobilità e uno in comando per l’Ufficio Tributi (completamente ricostruito); una categoria D in mobilità per l’Ufficio del Personale; un dipendente in comando e cinque assistenti sociali con contratto di collaborazione di due anni per i Servizi Sociali.

E’ in servizio da marzo 2014 il nuovo dirigente per lo Sviluppo Territoriale (vincitore di concorso) e da giugno 2014 per mobilità il Dirigente di ragioneria. Sono in corso le procedure concorsuali relative ai Dirigenti per i Lavori Pubblici e per la Polizia Locale; è in corso il procedimento per l’assunzione di una categoria C ed è stato avviato quello per l’informatico.

2. Sui i presunti 3.000.000€ di avanzo non vincolato da restituire ai cittadini nel 2014, dispiace che IdeaLista abbia lasciato l’aula durante l’approvazione del Consuntivo, visto che in quella seduta sono stati stanziati complessivamente 1.577.314,09€ per l’estinzione di mutui ventennali (costo inutile per la collettività) che ci consentirà di risparmiare le rate sulla spesa corrente.

3. In merito alla Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche e all’Imposta Comunale sullaPubblicità, nel 2013 abbiamo adeguato le tariffe agli indici Istat, operazione che si sarebbe dovuta fare da anni, ma che è stata puntualmente ignorata producendo di fatto un danno erariale per l’Ente.

4. Sull’IMU e la TARES IdeaLista dimentica di dire che tali prelievi fiscali sono stati “imposti” dallo Stato e che, nonostante i tagli subiti, il Comune di Martina ha l’aliquota IMU tra le più basse delle città pugliesi e, per la TARES, sono stati stanziati 100.000 euro per sostenere le famiglie in difficoltà.

Per concludere: fino al 2012 lo Stato trasferiva milioni di euro per finanziare i bilanci comunali oggi invece, con i tagli effettuati dal Governo, questa Amministrazione ha portato avanti una politica fiscale caratterizzata da senso di responsabilità ma anche con un occhio attento verso le fasce più deboli”.

 

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here