Pista gratuita di ghiaccio in Corso Vittorio Emanuele

E meno male che c’è qualcuno, al di sopra di tutti e di tutto, che mette le cose a posto. E’ intervenuto in favore del sindaco Ancona facendo piovere, dopo che quest’ultimo ha fatto pulire la scalinata di San Martino da degli extra comunitari, probabilmente di religione diversa da quella cattolica. La pioggia ha eliminato le lastre di ghiaccio che si erano formate dappertutto e, se queste non sono state rimosse nel centralissimo centro storico, figuriamoci nelle zone periferiche della città e nelle contrade, quelle dove abitano tante famiglie e pagano le tasse al Comune di Martina e non alla provincia di Taranto. Diverse persone sono finite all’ospedale per delle cadute a causa del ghiaccio. Una di queste nella centralissima Via Salvator Rosa, nel preciso momento in cui l’Assessore Scialpi, su Facebook, decantava quanto fosse meravigliosa la neve e deliziava con le sue rimembranze di bambino.

Via Salvator Rosa dove sono cadute diverse persone a causa del ghiaccio, rimasta in questo modo finché non è caduta la pioggia

Già Facebook che alcuni assessori hanno scelto come ambiente promozionale, durante i giorni della neve. Singolare la diatribe sul social più importante tra l’Assessore Lasorsa che rivendicava l’importanza del sale per evitare il ghiaccio anche nel centro storico e il responsabile della lista civica che si rifà all’Assessore Bruno Maggi che asseriva che il sale sul basolato del centro storico non si doveva mettere, rifacendosi ad  un inedito  parere dei tecnici comunali (??). Probabilmente, quest’ultimo, preferiva le scivolate con fratture e contusioni oppure il primo mezzo pesante con tanto di ruspa che è entrato in Piazza Roma il primo giorno di neve, per spazzarla davanti al Comune. Sono curioso vedere i danni apportati al basolato. L’ordinanza più importante il Sindaco non l’ha emessa: Il divieto agli Assessori di scrivere su Facebook, diventando spesso bersaglio degli esagitati. Una cosa che mi ha lasciato molto perplesso è  quella foto con gli extracomunitari in posa con in mano la ramazza per spazzare la neve. Avremmo voluto vedere anche la forza lavorativa di extracomunitari, davanti a tutti i bar e le attività commerciali fare la stessa cosa, visto che sopravvivono con le mance dei clienti di ciascun esercizio. E’ sembrata una brutta pubblicità elettorale. Subito dopo la foto non si sono più visti in nessuna parte. Le buone azioni non vanno pubblicizzate da nessuno, soprattutto da coloro che le compiono. Infine, lasciate stare i commercianti ai quali si chiedeva di pulire le strade vicino ai propri negozi. Sono già impegnati a pensare come devono pagare le tasse in continuo aumento che arriveranno a iosa dai prossimi giorni, chi lo scrive sui social avrebbe dovuto dare l’esempio su come si fa.

Antonio Rubino

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here