Riceviamo e pubblichiamo una nota diffusa dalla consigliera di maggioranza Magda Balsamo: 

“Ritengo l’ennesimo increscioso disservizio causato in questi giorni dalla gestione erronea dei tributi alquanto ripugnante. Code di cittadini arrabbiati, stanchi e diverse volte disperati, riempiono l’androne di Palazzo Ducale.

Personalmente non condivido che nel 2014, nell’era della tecnologia, degli smartphone e della comunicazione, a causa di “intoppi” burocratici ci si ritrovi in una situazione del genere.

Nonostante l’intento dell’Amministrazione di mettere a disposizione dell’ufficio tributi e degli stessi cittadini due unità della società di riscossione, si ripresenta il problema degli avvisi di pagamento da correggere, che per un fortuito(?) caso del destino la questione si ripropone proprio “sotto le feste”.

La cosa più grave è che malgrado i cittadini abbiano presentato le dovute denunce Tares entro il 31 marzo del 2014, rettificando le informazioni anagrafiche degli stessi nei casi di cambio residenza e nei casi di dichiarazione dei componenti del nucleo familiare, allegando documentazione idonea, numerose sono le segnalazioni di erroneo conteggio nella liquidazione della tariffa (Tari).

E con la Tari non è possibile l’autoliquidazione come per la Tasi.

Ma poi, viene lecita la domanda: perché se all’Anagrafe risulta che il cittadino vive da solo (come ad esempio molti anziani), egli debba “denunciare” di voler chiedere la detrazione del 30%? Non può avvenire in maniera automatica nel momento dell’accertamento?

E’ chiaramente necessario che si crei una rete telematica unificata di informazione (anagrafica-tributaria-elettorale-catastale) all’interno degli uffici comunali affinché in tempo reale chi accerta può conoscere nel dettaglio le informazioni senza provocare code di contribuenti al Palazzo Ducale che portano esclusivamente disagio sia agli stessi cittadini sia agli uffici.

Manifesto contrarietà per l’ennesimo episodio di gestione tributaria, e rammarico per il disagio che è stato causato alla popolazione.

Auspico che si prendano seri provvedimenti, a prescindere dall’attesa della scadenza del mandato della società di riscossione, e che si mettano in atto meccanismi di semplificazione amministrativa mediante l’utilizzo di tecnologia adeguata. In questo confido nel nostro Sindaco, Franco Ancona”.

 

 

 

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here