Il vice presidente biancoazzurro attende l’ok dei soci per ufficializzare l’ingaggio della punta ex Bari

La mano della disciplinare, che ha squalificato Del Core per due giornate, (squalifica minimizzata dal patteggiamento dello stesso giocatore) in quanto coinvolto insieme ad altri 24 accusati nello scandalo «Agentopoli» per i tesseramenti «ammoniti» dalla Procura Federale (quello di Del Core riguarda il trasferimento dal Foggia al Perugia nel 2009/2010), rischia di compromettere seriamente la gara contro l’Aversa Normanna. Senza Del Core (faro del reperto offensivo del Martina) e con un Gambino a metà servizio, il peso dell’attacco biancoazzurro sarà ridotto ai minimi termini. Ecco perché Di Meo, in questa settimana, forzerà la mano per ottenere dalla dirigenza di via Abate Fighera l’ultimo sforzo economico per colmare, o quasi, il vuoto del reparto offensivo biancoazzurro: l’ultima pedina è quell’Anaclerio, ex Bari, che si allena da ormai un mese e mezzo al Tursi aspettando una chiamata dalla segreteria per porre nero su bianco. Anaclerio è un obbiettivo del vice presidente Adriano Favia, il quale vorrebbe ufficializzare al più presto l’ingaggio dell’attaccante: ma il suo reclutamento dipende dall’ok plenario di tutti i soci del club, chiamati a sciogliere le riserve entro e non oltre questo fine settimana: per venerdì, ad ogni modo, dovrebbe arrivare l’annuncio ufficiale dell’ingaggio dell’attaccante che vanta 132 presenze tra Serie A e B. Aspettando Anaclerio, Di Meo ieri ha diretto il primo allenamento settimanale: all’ordine del giorno dell’agenda del tecnico biancoazzurro, recupero fisico di gran parte della squadra e cervellotico rebus sui terminali d’attacco da schierare in campo contro l’Aversa, in Campionato, e il Lecce in Coppa Italia. Se pur ancora in grandi difficoltà fisiche, Gambino sarà la scelta obbligata del tecnico biancoazzurro per quanto riguarda il terminale fisso d’attacco: affianco a lui, Di Meo starebbe pensando di avanzare Ancora nel ruolo di seconda punta; l’attaccante esterno, portato a Martina da Ciullo, ha giocato un gran avvio di stagione e data la sua umiltà tattica non dovrebbe rifiutare la proposta di giocare a sostegno di Gambino. L’avanzamento di Spagna in attacco, sbloccherebbe, automaticamente, l’utilizzo di Memolla sulla fascia sinistra, nonché, il possibile esordio nel ruolo di terzino di Bruni o Daleno: con quest’ultimo, candidato anche alla sostituzione di Marsili nel caso in cui il forte centrocampista biancoazzurro non dovesse smaltire l’infortunio alla caviglia. Sulla mediana, a giocarsi uno dei due posti disponibili, saranno Scarsella e Fiorentino, con l’ex pupillo di Bitetto che dovrà stare attento al fischietto del Sig. Emanuele di Viterbo per non rimediare la terza ammonizione che vorrebbe dire diffida: analogo discorso per il terzino Dispoto. Per quanto riguarda il resto della difesa Gambuzza e Filosa andranno a ricoprire il ruolo di centrali di difesa a sostegno della porta che sarà difesa da Leuci: ormai definitivamente preferito a Perina.

 Valerio Cantore

Commenta su Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here